(ALuca)

 di Ada Bottini

 

                                   

 

 

Non confondere il profilo delle nuvole

con la cresta dei monti.

Non tra il rosa, l’indaco e l’arancio

soffici di vapore

dovrai vivere.

Tuoi saranno il grigio, il marrone

il verde della terra.

Sii forte come la roccia grigia

che resiste agli insulti

del mare, del vento, del gelo.

Essa cede sconfitta all’ingegno dell’uomo

che con sottili arnesi

dalla nascosta potenza

la buca, la fruga, la sfalda.

Tu non ferirla troppo.

Sii generoso

come il marrone della terra

che accoglie e trasforma

la morte in vita.

Da un piccolo seme

un verde germoglio.

Tu ammirala con stupore inesausto.

Rispetta i suoi cicli e i suoi doni.

Sii tenero

come il verde degli alberi

che offre bellezza e ristoro.

Impara a godere dell’ombra

in estate.

Osserva la vita

che trova rifugio tra rami

e fogliame

e quando ti sentirai

roccia terra albero

sarai uomo vero.

Allora riguarda

il profilo delle nuvole

e innalzati in sogni arditi

non temere di perderti

ritornerai più saldo e più vero.

© Bada 2006