di Domenico Volpi

 

 

Chi fa da sé fa per tre.

Non so se è vero che

chi fa da sé fa per tre

ma chi lavora in compagnia

fa le cose in allegria.

Pensa a te

"Domani e adesso,

pensa solo a te stesso!"

Così ti troverai, improvvisamente,

a pensare intensamente...

al niente.

I fatti tuoi

Impìcciati dei fatti tuoi,

se vuoi:

resterai serrato

in una casa senza porte

che odora di morte.

Sarai un isolato,

e il mondo ti passerà dinnanzi,

cantando le sue speranze.

Due mani

Si dice "Abbiamo due mani,

una per prendere e una per dare".

Da domani, per provare,

usiamo le mani solo per dare.

Quel che dobbiamo ricevere

lo prenderemo tutto col cuore.

Fate la carità

Si dice "Fate la carità

e avrete tanta letizia".

Ma al povero, che niente ha,

non basta la carità:

vuole la giustizia.

Tra il dire e il fare...

Tra il dire e il fare

c'è di mezzo il mare.

Chiamare qualcuno "fratello"

è bello, è molto bello:

questo è il dire.

Poi bisogna passare

il mare:

il mare della coscienza

che non vuol capire,

il mare dell'indifferenza,

il mare della pigrizia,

il mare dell'inimicizia,

per approdare

alla riva del fare,

alla terra del dare.

                                                                                © D.Volpi  2006