Piero Campomenosi

Nato a Santo Stefano d’Aveto il 21 agosto 1944, risiede a Rapallo.

Laureatosi a Genova con una tesi di filosofia della scienza su P. W. Bridgman il 29 luglio 1971, si è dedicato all’insegnamento nelle scuole medie inferiori ( materie letterarie) e superiori ( storia e filosofia), ottenendo per la prima volta l’Incarico di preside nel 1994. E’ quindi stato ammesso nel ruolo dei dirigenti scolastici il 1°settembre 2004. Attualmente svolge tale funzione presso la Direzione Didattica di Cicagna.

Nel 1985 ha pubblicato a Genova il libro per ragazzi  L’avventura di una foglia, recensito su numerose riviste letterarie. Successivamente, nel 1996, ha visto la luce  il romanzo  La bugia (Savona, 1997), premiato col  2° premio Letterario Nazionale “Santa Margherita Franco – Franco Delpino” nel settore narrativa. Successivamente, nell’edizione 2000 dello stesso Premio, ha conseguito  il premio speciale per la sezione “ Silloge inedita di poesia”.

Nel 2001 ha poi conseguito il 2° premio ( sezione poesia singola)  a Sestri Levante nel Premio Letterario Internazionale  “Maestrale – San Marco” , mentre nel  2002 gli è stato consegnato il 1° premio con marengo d’oro nello stesso Concorso Letterario Internazionale (sezione poesia singola).

Nel 2003 ha  pubblicato la raccolta di poesie La fascina, con prefazione di Francesco De Nicola.

Campomenosi collabora al  periodico “Antropos  & Iatria “ (Genova) e  a settimanali con scritti d’interesse letterario.  storico e filosofico. Sulla rivista  “ La Trebbia” di Bobbio il 13 giugno 2002 è stato pubblicato l’articolo  “Le passeggiate quotidiane di Giorgio Caproni, rivisitate a dodici anni dalla scomparsa”, ripreso da vari siti Internet

Campomenosi si interessa anche di cultura dialettale, in particolare del  dialetto della Val d’Aveto.  Molti  articoli al riguardo sono apparsi  sul periodico “L’eco del Maggiorasca”, riportati in seguito  in vari siti Internet.

Oltre che socio dell’ALLG, Campomenosi  è membro della Società Ligure di Storia Patria e si dedica attualmente anche alla trascrizione degli Statuti Malaspiniani di Santo Stefano d’Aveto in lingua volgare, sotto la guida del Prof. Rodolfo Savelli, docente di storia del diritto medioevale presso l’Università di Genova.

Negli anni recenti Campomenosi si è impegnato anche nella salvaguardia del patrimonio storico e architettonico della Val d’Aveto, conducendo una battaglia serrata attraverso i mezzi di comunicazione di massa per salvare il ponte romanico detto “Della Rovina” a Santo Stefano. Tale antico manufatto purtroppo è stato demolito nel novembre 2003.

   

 

Ada Bottini

Nata e residente a Rapallo.

Il lavoro d'insegnante le ha suggerito spunti per scrivere racconti per l'infanzia, dove i dolori e le esperienze difficili della vita hanno trovato largo spazio e dove l'ironia mitiga e sdrammatizza l’amara realtà. Le poesie sono un percorso di autoconoscenza e l'espressione dei vissuti più profondi.

Pubblicazioni:

Un mare... di parole.  Edizione Compagnia dei Librai, Genova, 1995; Inventabimbi, Edizione Compagni dei librai, Genova, 1997; Orcobaleno e compagnia bella, Edizione Compagnia dei Librai, Genova,  2003

Premi:            

 Il Primario, 1° premio Arqua Tetrarca, 1994, sezione racconto; Un mare ... di parol,e 1° premio Vivere il mare Santa Margherita Ligure, 1996;  Arcobaleno, !° premio Zaccaria Neuroni, 2003;  “ La mia guerra, 1° premio Cara Pace ti scrivo, 2005  oltre a varie segnalazioni e premi speciali  per le poesie inedite.           

Marino  Cassini

 Nato a Isolabona, Imperia, il 29 mggio 1931

Vive la  prima infanzia parte presso la nonna materna e  poi in Francia dove i  genitori, dopo aver lavorato negli hotel della Costa Azzurra, aprono nel  1936  ad Antibes un piccolo negozio di alimentari.  Nel 1938, a causa del conflitto italo-francese, la famiglia è costretta a ritornare in Italia.

Dopo la scuola elementare e la Scuola Media Inferiore frequenta il ginnasio e successivamente il liceo “Plana” ad Alessandria. Ottenuta la maturità nel 1951, si iscrive all’Università a Genova dove nel 1956 si laurea in lettere, discutendo una tesi col professor Franco Simone dal titolo La formazione degli schemi romantici della storia letteraria francese.

Dopo la parentesi militare, trascorsa in parte a San Benedetto del Tronto poi a Cesano, dove ottiene il grado di sottotenente di complemento, viene inviato come prima nomina a Palmanova, vicino a Udine.

Congedato, trova lavoro nell’Amministrazione comunale di Genova, prima come impiegato nella Segreteria nell’Istituto di Magistero “Adelchi Baratono” e poi nella Ripartizione Biblioteche dove inizia la sua carriera di bibliotecario che lo porterà alla Direzione della Biblioteca Internazionale per la Gioventù “Edmondo De Amicis “ di Genova.  Vi rimane fino al 1991.

Durante questo periodo viene ammesso tra i membri del Centro Studi di Letteratura Giovanile del Comune di Genova e gli viene affidata la  direzione della rivista di letteratura giovanile “Il Minuzzolo” poi diventata “LG Argomenti” e unisce al lavoro l’attività di scrittore, pubblicando romanzi per ragazzi, misurandosi con generi diversi come la fantascienza, il giallo, il romanzo storico, il libro-game, l’umorismo. Collabora anche a diverse riviste Andersen, Il Folio, Sfoglialibro, Pagine Giovani e altre.

É socio fondatore dell’Associazione Ligure di Letteratura Giovanile di Chiavari, di cui è anche Presidente onorario.

 

Ha pubblicatoDa un metro a tre centimetri, Milano, . Ariete, 1964. Il tesoro del medico di Toledo, Milano, Mursia, 1969; Operazione Overlord, Milano, Mursia, 1969; Lo schiavo del Faraone, Milano, Mursia, 1970; Torpedini umane, Milano, Mursia, 1971; D²O La lunga battaglia dell'acqua pesante, Milano, Mursia, 1972; La grande olimpiade, Milano, Mursia, 1973; Corride sotto il sole, Milano, Mursia, 1975; Zurigo operazione cassaforte, Brescia, La Scuola, 1978; Storia di Genova (in collaborazione con E. Marciante), Genova, Sagep, 1980.; L'ultima arca, Milano, Le Stelle, 1982; Gli ultimi sopravvissuti, Milano, Le Stelle, 1984; Tempo d'odio e tempo d'amore, Foggia, Bastogi, 1984; I racconti del gufo, (in collab. con B. Sgarlata Burlina), Milano,  Mursia, 1988; I misteri del lago scarlatto ovvero Viaggio tra i dinosauri, Milano,  Mursia, 1990; I libri sbiaditi, La Bibliografica, 1993; Processo sotto l'Olimpo, Ed. Mursia, 1995; Oltre i confini della realtà tra misteri e fantasmi, E ELLE, Trieste, 1996; Oltre i confini della realtà tra misteri e fantasmi,  ELEMOND (Testo aggiornato con l’aggiunta di due nuovi racconti), 1999; I ricordi di Cirò, Il Grappolo, 2000, a parola va ai giurati,. Il Capitello, 2000; Giocare con Edipo. L’enigmistica a casa, a scuola e in biblioteca, Le Mani, Recco GE, 2002; Anonima Furti, Campanotto (UD), 2003; Sinfonia in giallo, Campanotto, 2003; Vacanze Movimentate, Italia Letteraria. 2003; Giustino e il prezzo della libertà, Il Rubino. 2006

 

PREMI E  RICONOSCIMENTI: Premio Il Navigante, 1967; Medaglia d'oro Premio Andersen 1969; Coppa Università Popolare sestrese Premio Andersen, 1972; Premio Ancora d'oro, II classificato negli anni 1967-1969-1970; Finalista al Premio Bancarellino, 1970; I Premio Castello, 1972; Premio speciale Andersen-Baia delle favole, 1987; Premio Andersen 1996 per il miglior libro pubblicato nel 1965; I Premio Nazionale Letteratura per l'infanzia - Sardegna del 1996. II premio Nazionale “Alpi Apuane” 18° ediz., Massa Carrara, 2000.

 

 

 

Domenico Volpi  

E’ nato  e vive a Roma

Ha diretto  dal 1948 al 1966 il settimanale per ragazzi “Il Vittorioso”.e nel 1977 redige la rivista mensile per bambini “ La Giostra” dell’edi9trice AVE di Roma.. Dal 1953 al 1981 ha presieduto la commissione “Presse et Littératuire Enfantile” del Bureau International  Catholique de l’Enfance”.

E’ stato responsabile nazionale del Movimento Ragazzi di Azione Cattolica ed ha insegnato Tecniche della Comunicazione Sociale e Tecniche del tempo Libero nella Scuola Educatrici Specializzate del Magistero “Maria Assunta” di Roma..

E’ autore di un centinaio di libri per bambini e ragazzi (narrativa e divulgazione) e per educatori.

Tra i fondatori del Gruppo di Servizio per la Letteratura  Giovanile, Associazione Nazionale con sede a Roma, ne è attualmente il Presidente.

Ha collaborato con sceneggiature e originali televisivi alla RAI; è consulente per il TG ragazzi della Rai.  Collabora con “L’Osservatore Romano” e vari giornali e riviste. Ha diretto  varie collane tra cui le “Fantastorie” della SEI.

Ha fondato e dirige la rivista  “Pagine Giovani” di cui è Presidente

Tra le sue opere:  Ankur il Sumero (1972), Didattica dei fumetti (1977), La vita e i costumi del medioevo (1978), Gli Ufo vengono da Cipango (1980), SOS dallo spazio  (1982), Rapina a fumetti (1983),. Didattica dell’umorismo (1993), Chioma di papavero (1985), Telebefana (1985), Le allegre avventure dei quattro amici del bosco (1990), La fiaba corre sul filo (1990), Una rosa bianca per Hans (1996), I terribili quiz (1996), Le filafiabe (1997), Le fantastrocche (1999).

Ha ottenuto i seguenti riconoscimenti: per quattro volte il Premio della Cultura della Presidenza del Consigli; il  Primo Premio per la divulgazione storica all’VIII Premio Europeo della Letteratura Giovanile,  il 3° Premio Le Palme d’oro, 1984; La Medaglia d’oro per la Gioventù del Ministero dell’Educazione Nazionale di Francia, 1961.

 

 

Franca Longhi

Franca Longhi è nata e vive a Milano, con la sua famiglia.
Laureata con lode in Lettere Moderne, presso l’Università degli Studi di Milano, ha insegnato, per venticinque anni
, lettere, in ruolo nella scuola secondaria di primo grado.
Per elaborare insieme ai ragazzi,
nell’ambito scolastico, l’enorme potenziale linguistico, emotivo, comunicativo del linguaggio letterario in genere e di quello poetico in particolare, ha ideato e messo a punto il metodo ed il progetto didattico "Filastroccando", concepiti come avvìo alla lettura, alla comprensione interiorizzata ed alla produzione personale di testi poetici, da parte di bambini delle scuole materne e primarie.
L’idea portante di questo progetto è quella di avviare nei bambini la presa di coscienza del linguaggio come strumento,
per dare voce alla propria interiorità, valorizzando, anche nell’ambito scolastico, quella “intelligenza emotiva” che caratterizza tutti i bambini e spesso è molto spiccata in alunni più svantaggiati da altri punti di vista.
Il progetto è attivo dal 2005 in varie scuole materne e primarie di Milano e provincia.
Nel 2005 ha scritto e pubblicato il libro di filastrocche per bambini: "Cicompei - crescere con un sorriso",
ed. Chimera .
Nel 2007 ha curato la parte espressiva, di laboratorio e creativa di “Scrivo come mangio”,
una dispensa relativa all’educazione alimentare, rivolta alla scuola secondaria inferiore, a cura dell’associazione Cuore e Parole (sede di Milano).
Collabora alla rivista “Cercasi un fine”, occupandosi di temi legati alla didattica ed all'intercultura e lavora ad una pubblicazione periodica,
a cura delle edizioni Dehoniane.
E’ referente e responsabile per la Caritas Ambrosiana di una scuola per donne migranti,
nella quale attualmente insegna italiano.


 

 

Marino Muratore

 Marino Muratore nasce a Diano Marina (Imperia)   il 18 ottobre del 1957.

 Dopo aver conseguito nel 1974  la Maturità classica presso  il liceo Viesseux di Imperia, ottiene il diploma di Assistente Sociale presso la scuola Regionale Clifos di Genova, discutendo una tesi sulla “Creatività ed immaginazione nelle professioni sociali”. Nel 1997 affina la sua preparazione in campo sociale partecipando al corso per la “Gestione ed Organizzazione dei Servizi sociali” presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi di Milano. Attualmente è iscritto alla Facoltà universitaria dei Servizi Sociali di Trieste.

Nel 2002 riceve  un riconoscimento da parte dell’UNICEF Italia per “l’impegno dimostrato per garantire il diritto all’avvenire delle giovani generazioni”.

Dal 1992 al 1994 segue il corso triennale di Scrittura Creativa, tenuto dal professor Bollorino presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Genova e, negli anni 1995-96, un corso di sceneggiatura presso la Suola d’arte cinematografica di Genova.

Educatore in centri educativi per minori, in centri residenziali con disabili psichici, in progetti di inserimento lavorativo a favore di immigrati e svantaggiati, assistente sociale per minori in alcuni comuni della Liguria, lavora dal 2003 presso  Comune di Genova con incarichi sulla disabilità e sull’affido familiare.

Alla sua attività nel campo sociale Muratore ha affiancato viaggi all’estero (Francia e Spagna); l’attraversamento del Sahara in quaranta giorni usando solo mezzi locali nonché attività artigianali e di operaio presso l’officina di Costruzioni Meccaniche Cossetta nel periodo 1983-1985.

Nel 2003 ha pubblicato una serie di racconti, Hanno arrestato Dio; Il fisarmonicista stonato (2004), Il cavallo di cioccolato (2005), fiabe e racconti su riviste per la gioventù.

Ha ideato e organizzato la rassegna cinematografica Affidiamoci al cinema (2006), il convegno Profondità giovanili e nuovi periscopi sociali (2000), il corso per genitori La fine di un mito: l’adolescenza sospesa tra infanzia ed etè adulta (2001-2002.

Attualmente è membro dell’Associazione Ligure di Letteratura giovanile dove cura  per i giovani dei laboratori  di lettura e scrittura e si occupa di Tornei di lettura organizzati dall’Associazione stessa.

 

 

Angela Donnini

Angela Donnini  è nata a Castelnovo ne’ Monti (RE) il 3 giugno del 1946.

Laureata in Lettere Moderne (Universita’ degli Studi di Genova), vive con la famiglia a Genova, dove, dal 1976 al 2004 ha  insegnato  Italiano, Storia, Storia dell’Arte nella scuola media inferiore e superiore, presso l’Istituto “G. Leopardi” di Genova.

Collabora da anni con diverse biblioteche, in particolare con la biblioteca internazionale per la gioventù  “E. De Amicis” di Genova.

Ha pubblicato:

  • C’era una volta...nel cuore antico di Genova,  1999, ed. E. De Amicis

  • Il cavallo di gesso,. Storie di ragazzi, ragazzi nella storia, 1939/45” 2001, ed.Comune di Castelnovo ne’ Monti, Comunita’ Montana dell’Appennino Reggiano, biblioteca E. De Amicis

  • C’era una volta...nel cuore antico di Castelnovo ne’ Monti,  2004, ed. Comune di Castelnovo ne’ Monti, RE.

  • La ballerina di Palazzo Magnani., 2004, ed. Provincia di Reggio Emilia 

Ha curato diversi laboratori, tra cui:

    Laboratori presso la biblioteca E.De Amicis:

  • “Il viaggio come emigrazione .come sogno” 2001/02

  • “La De Amicis e la sfera di cristallo” 2002/03

  • “Magie in biblioteca” I bambini si incontrano 2002/03

Laboratori presso la biblioteca Cervetto di GE-Rivarolo e dell’ospedale pediatrico G. Gaslini di Genova:

  • “La torta Cervetto, miele, pepe, garofano e cannella” 2003/04

Laboratori  presso la biblioteca Brocchi di GE-Nervi  e scuola elementare N. Fabrizi e C.Palli, circolo didattico di GE-Quarto

  • “ IMPARO l’ arte di LEGGERE  ( la mia citta’ ) e......invento l’ INSOLITO “ ragazzi in trasformA Z I O N E

  • “ La compagnia del becco giallo indaga a villa Gropallo”, 2005/06  (N. Fabrizi)

  • “Supereroi e antichir omani nel caso ‘Brocchi’ 2006/07 (N. Fabrizi)                                                                                                                                

  • “ Garibaldi e il mistero della Fantasia “  2006/07  (C. Palli)

Laboratori presso la scuola elementare Ghiarda dell’istituto comprensivo Don Borghi  di Reggio

  •  Emilia, “ Sulla  Luna di Reggio  il segreto del Cuore “  2006/07

Sala Giovanna

Sala Giovanna è nata a Genova, dove risiede, il 24 giugno del 1961.

Ha conseguito il diploma di insegnante per la Scuola dell'Infanzia.

Coniugata, madre di tre figli, dopo  alcuni percorsi lavorativi nel campo sociale, si è dedicata all'insegnamento in una Scuola dell'Infanzia, dove lavora ormai da vent'anni.

Sin  dall'adolescenza si è interessata ai problemi vicini al mondo dei bambini e dei ragazzi, scrivendo per loro racconti, poesie, filastrocche con lo scopo di tradurre nel linguaggio infantile pensieri, sentimenti, situazioni, esperienze che fanno parte anche del mondo degli adulti.

Con i suoi alunni ha partecipato per tre anni al concorso "Leggere in libertà", indetto dal Comune di Genova,  aggiudicandosi due primi e un secondo premio.

Fin dalla fondazione fa parte del Gruppo  Associazione Ligure per la Letteratura Giovanile di Chiavari.

Negli utimi anni ha partecipato al Premio Nazionale annuale "Arpalice Cuman Pertile" del Comuine di Marostica

Lucrezia Giarratana

Lucrezia Giarratana  nata nel 1964,  vive e lavora a Genova.

Insegnante liceale di disegno e storia dell’arte, ha partecipato a numerose mostre collettive; tra quelle personali itineranti “Pizzi, merletti, streghe e nanetti”, presentata da Emanuele Luzzati nel 2001 presso la biblioteca Internazionale per ragazzi E. De Amicis di Genova.

Ha prodotto disegni per siti web, varie linee di giocattoli per la ditta Quercetti di Torino, agende per la ditta Giodicart di Bari e copertine per diverse case editrici.

Ultimamente attraverso alcuni suoi progetti personali, insegna a costruire libri tridimensionali, sia agli alunni attraverso laboratori creativi, che agli insegnanti con corsi d’aggiornamento.

E’ autrice completa del libro  “Creare biglietti pop-up per bambini” e del libro “Scrapbooking per bambini” delle Edizioni del Borgo di Bologna.

Collabora con il giornalino “Vivacemente”  pubblicato dalla Grantam Edizioni di Torino e con il giornalino “Cose da bambini” delle Edizioni del Borgo.

E’ vicepresidente e responsabile dell’ufficio stampa dell’ “Associazione Ligure Letteratura Giovanile” di Chiavari.

Ha illustrato il libro “Avventure a quattro zampe” scritto da Carla Cai (Nicola Calabria editore) entrato a far parte della mostra itinerante “I libri del Mediterraneo”; e “Il fisarmonicista stonato” scritto da Marino Muratore (Edizioni Campanotto di Udine).

Collabora abitualmente con la rivista del centro studi di letteratura giovanile “LG Argomenti” attraverso copertine, recensioni librarie e articoli.

Nel campo della grafica ha realizzato: loghi, pieghevoli, locandine, manifesti e contenitori pubblicitari sia per le biblioteche che per privati. Allestisce mostre e arreda spazi di lettura per il settore ragazzi all’interno delle biblioteche.

Rosanna Maimone

Nata nel 1962 a Genova dove vive e lavora.

Dal 2006 fa parte dell'Associazione Ligure Letteratura Giovanile e si occupa di curarne la parte creativa multimediale in base alle sue esperienze in campo informatico maturate nel corso degli anni sia sul suo posto di lavoro, un'Amministrazione Pubblica dove si occupa anche dell'aggiornamento del sito web, sia per puro hobby.

Particolarmente appassionata di grafica digitale ha permesso la realizzazione di ogni pagina di questa Antologia, del giornalino online Min@vagante e di Fantafilatelia curandone l'aspetto grafico e realizzando le animazioni.