di L. VEGGI

 illustrazione di C. Torello

 

Gira, gira, gira in tondo,

apri, chiudi, guarda il mondo!

Chiudi, apri, vola via,

è il mio ombrello, che allegria!

 Se la pioggia si fa fitta,

corro a prenderlo in soffitta.

Poi lo apro giù per strada

e lo tengo stretto stretto,

altrimenti un po’ di vento,

me lo porterà sul tetto.

 Se fa caldo e son sul prato,

io lo apro e mi nascondo:

è una tenda degli indiani,

conosciuta in tutto il mondo!

Quando il cielo è molto grigio,

il mio ombrello colorato,

porta gioia e fantasia

fra i palazzi della via!

 Poi lo guardo e mi ricordo

Degli spicchi dell’arancio:

io li conto e  poco a poco,

si trasforma in un bel gioco!

 Ecco il rosa e poi l’azzurro,

il blu intenso e il giallo chiaro,

rosso, verde, lilla e nero:

un arcobaleno vero!

 Ma il  mio ombrello si è staccato!

Vuol rincorrere una palla.

Poi  la nebbia lo trasforma

e diventa una farfalla!